Gentleman e Amazzoni

Driver

Nel trotto, il fantino prende il nome di "guidatore" o "driver". Il guidatore non corre in sella al cavallo, ma seduto su un calessino leggero a due ruote chiamato sulky, appoggiando i piedi su apposite staffe. Il sulky possiede una forma aerodinamica, è realizzato in fibra di carbonio o in altre leghe leggerissime ed è regolabile in altezza e larghezza per adattarsi alla dimensione del driver. Il cavallo quindi non sopporta il peso del fantino sul dorso, ma traina il calesse. Ecco il motivo per cui, a differenza dei fantini per il galoppo, non esistono limiti di peso per il guidatore. Esistono anche gare di trotto montato, che si svolgono soprattutto in Francia, in cui non ci sono il guidatore e il sulky, ma il cavaliere che monta in sella al cavallo al passo del trotto.

I guidatori professionisti dei cavalli da trotto sono spesso anche i loro allenatori. I proprietari affidano a questi professionisti l'allenamento dei loro cavalli e la guida durante la corsa. Quando il trottatore si piazza in una delle prime cinque posizioni, anche il suo allenatore-guidatore prende una percentuale sul premio spettante alla scuderia. Gli allievi guidatori dei cavalli da trotto che intendono diventare professionisti devono vincere un certo numero di corse o partecipare al numero di competizioni indicate dal regolamento.

Vi sono poi i "gentlemen drivers" che guidano i cavalli al trotto, ma solo per passione, nelle gare loro riservate. Il guidatore si deve attenere al regolamento durante le corse. Deve allinearsi in tempo per la partenza e deve evitare di intralciare gli avversari durante la gara. Le sanzioni previste per le inosservanze di queste disposizioni vanno da quelle pecuniarie fino all'appiedamento del guidatore, cioè al divieto per il guidatore di condurre in corsa i cavalli per un certo periodo di tempo.

Per i guidatori esiste una classifica di merito, divisa per categorie, che tiene conto delle corse vinte in un anno. Il guidatore che vince questa classifica viene premiato con il "frustino d'oro".



Come si diventa Gentlemen Driver

In base al vigente Regolamento delle Corse al Trotto, possono diventare Gentlemen (acquisendo il diritto di gareggiare nelle circa 1.500 corse riservate annualmente alla categoria in tutti gli ippodromi Italiani) i proprietari di cavalli da trotto in possesso dei requisiti morali e tecnici che vengono accertati mediante documentazione e nel corso di esami che si svolgono periodicamente in varie regioni.

A titolo informativo pubblichiamo di seguito il bando del 2018 relativo all'ultimo Corso Gentlemen organizzato dalla Federnat.


Visualizza bando del 2018



Modifiche Artt. 23 e 25 del Regolamento delle Corse al Trotto

Il MiPAAF in data 10/12/2020 ha approvato le modifiche dell’Art. 23 “Gentlemen Driver” e dell’Art. 25 “Partecipazione alle Corse dei Gentlemen Driver” del Regolamento delle Corse al Trotto, secondo il testo che, in allegato, costituisce parte integrante del presente provvedimento.

Le modifiche entreranno in vigore il 1 Gennaio 2021.